Pupi e Fresedde

OPERETTE MORALI ED ALTRI STRALI

conferenza-spettacolo di Angelo Savelli
relatore Andrea Bruno Savelli
con Marzia Risaliti, Nicola Pecci e un attore in via di definizione
Durata: 90 minuti (senza intervallo)

Presentazione

Le “Operette morali” di Giacomo Leopardi sono un’opera alquanto anomala nel panorama della letteratura italiana moderna. Pur essendo scritta in forma teatrale, quest’opera si rifà piuttosto a modelli letterari e filosofici; come i “Dialoghi” di Platone, a cui rimandano i continui riferimenti ad eroi, divinità e personaggi del mondo classico pagano. Pur essendo segnate da un profondo pessimismo e da un disincanto amaro, queste “operette” aspirano ad essere didattiche. Attraverso la dialettica del dialogo socratico, l'autore vuole condurci alla conoscenza del "vero", a quella verità profonda del destino umano nascosta dai veli del conformismo o dell’abitudine o dei pregiudizi o della cattiva coscienza. Crediamo che quest’opera appartenga a pieno titolo alla nostra contemporaneità. Ed è dunque con sguardo contemporaneo che l’abbiamo scelta e riletta, accettando la sfida di un teatro non teatrale reinventandogli una drammaturgia e un tessuto di azioni che ne aiutasse la rappresentazione: una conferenza/spettacolo che non solo mette in scena alcune delle più rappresentative "operette" di Leopardi ma che le inserisce nel contesto del pensiero e della vicenda umana di quello che sicuramente è uno dei più grandi poeti della letteratura mondiale.