Pupi e Fresedde

INFANZIA FELICE

una fiaba per adulti

di e con Antonella Questa
coreografie e messa in scena Magali B – Cie Madeleine&Alfred
disegno luci e scenografia Daniele Passeri
costumi Sara Navalesi

ASS. Cult. LAQ-PROD | PUPI&FRESEDDE - ARMUNIA RESIDENZE CASTIGLIONCELLO / FESTIVAL INEQUILIBRIO

Presentazione

Dopo avere per anni scandagliato l'universo dei comportamenti e delle fragilità dell'animo umano, la nostra beniamina Antonella Questa allarga adesso il suo sguardo critico verso nuovi orizzonti. "Infanzia felice" è infatti un viaggio illuminante, ma anche molto divertente, all’interno della famiglia e della scuola di oggi, seguendo il percorso di una maestra alle prese con alunni difficili, le loro famiglie e un principe dalla coppola azzurra! Antonella Questa si è chiesta quali siano oggi i metodi educativi seguiti nelle nostre case e scuole. Cosa succede oggi che sono state bandide le regole centenarie di quella "pedagogia nera", magistralmente descritta dalla sociologa Katharina Rutschky e riprodotta nel film "Il nastro bianco" del regista Haneke oggi che nelle aule non ci sono più banchi disposti rigidamente in un solo senso o cattedre rialzate, che il maestro non usa più la bacchetta sulle dita o si permette di legarti le mani dietro la schiena, che i genitori si limitano alla sculacciata ogni tanto o al classico schiaffone per il quale “non è mai morto nessuno”. Lunghi mesi di interviste, studi e ricerche le hanno permesso di scoprire un mondo incredibile: un mondo popolato di bambini all’apparenza coccolati, protetti, amati, eppure infelici e violenti, di insegnanti vessati dai genitori, di presidi ostaggi della burocrazia… un mondo dove le figure educative sono in guerra tra loro, un mondo surreale, quasi incredibile, come di quelli che esistono solo nelle fiabe. Per questo le è sembrato logico usare proprio la struttura della fiaba per raccontare dove si nasconda la vecchia pedagogia nera e di come alcuni adulti, armati di amore ed empatia cerchino di combatterla, per liberarcene una volta per tutte.